Adozione nazionale e internazionale - ASP Seneca

Vai ai contenuti principali
Testata-3 Testata1 Testata2
 
 
 
 
Home separator Servizi alla persona separator Minori e famiglia separator Adozione nazionale e internazionale  
Adozione-nazionale-e-internazionale

Adozione nazionale e internazionale

Cos'è

Un istituto giuridico che offre ai minori in stato di abbandono, una famiglia che li accolga con amore e che garantisca la loro crescita.

Ogni bambino ha il diritto di essere amato e cresciuto dalla propria famiglia.

Tuttavia, se per gravi motivi questo non è possibile, l’adozione permette al bambino, dopo che un Tribunale competente ha definito il suo stato di adottabilità, di essere accolto da un’altra famiglia che lo aiuti a proseguire il suo percorso di vita.

L’Equipe adozione dell’Unità operativa minori e famiglia di ASP Seneca gestisce in conformità alle linee regionali, il percorso adottivo delle coppie residenti nei Comuni dell’Unione di Terred’acqua.

 

Quali sono i requisiti necessari

In base alla legge n. 184/1983 e successive modifiche, i componenti delle coppie che fanno richiesta si adozione devono:

  • Essere coniugati da almeno tre anni al momento della presentazione della domanda di adozione, oppure dimostrare, attraverso documentazione, la continua e stabile convivenza antecedente al matrimonio (comunque necessario) per un periodo di almeno tre anni
  • Avere almeno 18 anni più del minore che si vuole adottare e non più di 45 anni di differenza da lui.

E’ possibile presentare al Tribunale per i minorenni dell’Emilia-Romagna disponibilità sia all’adozione nazionale ed internazionale. Prima è tuttavia necessario rivolgersi all’Equipe adozione di ASP Seneca, che accompagna in tutto il percorso adottivo.

 

Come si articola il percorso

In quattro fasi obbligatorie:

  • Colloquio di accoglienza e primo orientamento
  • Partecipazione al corso di informazione/formazione di 12 ore finalizzato ad approfondire le conoscenze e sostenere scelte consapevoli
  • Certificazione sanitaria specifica
  • Colloqui psico-sociali di valutazione finalizzati ad un’approfondita comprensione della scelta adottiva rispetto alla specifica situazione familiare.

Al termine di queste fasi l’Equipe adozione trasmette una relazione al Tribunale per i minorenni, nella quale esprime un parere professionale motivato.

Al momento dell’arrivo del bambino in famiglia l’Equipe adozione accompagna la famiglia nel percorso di inserimento sociale e scolastico, attraverso colloqui periodici effettuati dalla psicologa e dall’assistente sociale. Inoltre, in caso di adozioni internazionali, è attivo un gruppo di sostegno, condotto in collaborazione con un referente di un ente autorizzato per le adozioni internazionali.

L’Equipe Adozione di ASP Seneca rimane disponibile per informazioni, anche telefoniche, durante tutto il percorso adottivo. 

 

Normativa di riferimento

Legge n. 184 (1) del 4 maggio 1983 - Disciplina dell'adozione e dell'affidamento dei minori

Legge n. 149 del 28 marzo 2001 - Modifiche alla legge 4 maggio 1983, n. 184, recante "Disciplina dell'adozione e dell'affidamento dei minori"

Legge n. 476 del 31 dicembre 1998 - Ratifica ed esecuzione della Convenzione per la tutela dei minori e la cooperazione in materia di adozione internazionale

Deliberazione della Giunta regionale n. 1495 del 28 luglio 2003 - Approvazione linee di indirizzo per le adozioni nazionali e internazionali in Emilia-Romagna

Delibera di Giunta n. 1425/2004 - Protocollo regionale di intesa in materia di adozione tra regione Emilia Romagna, province, enti titolari delle funzioni in materia di infanzia e adolescenza, enti autorizzati di cui all'art. 39, comma 1, lettera c) della legge 476/98

Ultima modifica: 11/08/2015