Unità operativa minori e famiglia - ASP Seneca

Vai ai contenuti principali
Testata-3 Testata1 Testata2
 
 
 
 
Home separator ASP Seneca separator Sede e uffici separator Unità operativa minori e famiglia  

Unità operativa minori e famiglia

Responsabile del servizio

Iusuf Hassan Adde

Tel. 051/827956 – Fax 051/6875642

 

Referenti

Psicologhe: Federica Bernabiti, Sara Fozibo

Tel. 051/827956 - Fax 051/6875642 

 

Assistenti sociali: Maria Letizia Mogavero, Caterina Nesti, Luisiana Robles, Giustina Schiavon, Federica Tortelli

Tel. 051/827956 - Fax 051/6875642 

 

Educatori: Lucia Mattioli, Davide Ognibene, Marialison Pagano

Tel. 051/827956 - Fax. 051/6875642 

 

Ruolo e funzioni del servizio

Le attività svolte dall’U.O. minori e famiglia perseguono l’obiettivo della tutela e del benessere dell’infanzia e dell’età evolutiva, del sostegno alla famiglia e alla genitorialità.

Le azioni compiute si articolano in:

  • rilevazione e presa in carico delle situazioni di rischio e segnalazione alle competenti Autorità dei minori in condizioni di pregiudizio, abbandono, maltrattamento e abuso;
  • svolgimento di indagini psicosociali perla Procura presso il Tribunale per i Minorenni;
  • esecuzione di provvedimenti emessi dal Tribunale per i Minorenni e dalla Magistratura Ordinaria;
  • svolgimento di indagini per il Tribunale Ordinario nelle separazioni conflittuali;
  • stesura di relazioni per l’Autorità Giudiziaria;
  • attività di vigilanza, progetti educativi, organizzazione di incontri protetti, relazioni al Giudice Tutelare per i minori in tutela e la gestione delle funzioni di tutela a favore dei minori;
  • collocamento in comunità per i minori allontanati dalle famiglie di origine e i minori stranieri non accompagnati e stesura di relativo progetto educativo;
  • collocamento in comunità per madri sole con figli con o senza provvedimento dell’Autorità Giudiziaria;
  • promozione della cultura della solidarietà, delle reti familiari, della sensibilizzazione all’accoglienza dei minori, in collaborazione con le Associazioni Familiari;
  • responsabilità di tutto il percorso di informazione, formazione, conoscenza e valutazione delle coppie o dei singoli che si propongono per l’affidamento familiare e per l’idoneità all’adozione nazionale e internazionale;
  • azioni di contrasto del disagio scolastico e sociale degli adolescenti;
  • sostegno educativo domiciliare (SED);
  • informazione su diritti e procedure ad enti locali e servizi del territorio;
  • partecipazione ai tavoli tematici provinciali sulla tutela del minore anche per la redazione di protocolli;
  • collaborazione con l’Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni (USSM) di Bologna per i progetti di interventi a favore dei minori che commettono reati.

 

Pubblicato il: 01/07/2013
Ultima modifica: 31/01/2022